sabato, Maggio 28, 2022
HomeNotizie di AttualitàGalleria Umberto, un tavolo per uscire dalla confusione amminstrativa

Galleria Umberto, un tavolo per uscire dalla confusione amminstrativa

Dall’incontro in Prefettura diverse ipotesi: dalla chiusura nottura alla videosorveglianza

di Ilaria Riccelli

Galleria Umberto I: snodo simbolico della confusione gestionale amministrativa che ha visto finanche un incontro tra il prefetto di Napoli Claudio Palomba ed il sindaco Gaetano Manfredi. La vicenda è notoria tanto che alla riunione plenaria hanno partecipato gli assessori all’Urbanistica, Laura Lieto, alla Polizia Municipale ed alla legalità, Antonio De Iesu, il capo di gabinetto del sindaco, Maria Grazia Falciatore, il soprintendente Archeologia, Belle arti e paesaggio, Luigi La Rocca, il presidente della Camera di Commercio, Ciro Fiola, la presidente dell’Aicast, Liliana Langella, il vicepresidente di Confcommercio, Luigi Muto, un rappresentante della Zona Telecomunicazioni Campania Molise, Andrea Affinito, e gli amministratori di alcuni dei condomini che sono ubicati nella Galleria.

Pubblico e privato: uno Stato impotente che immagina di chiudere di notte lo storico sito per poi riqualificarlo e valorizzarlo. La problematica riguarda l’ordine pubblico, la sicurezza, i senza fissa accampati con alloggi di fortuna, il campo di calcio notturno. Lo Stato ha però delegato ai privati la vicenda tanto che il servizio di guardiania notturna sarà attivato per un periodo di prova di sei mesi con spese a carico dei condomini e con il sostegno contributivo degli imprenditori dell’associazione Aicast e della Banca d’Italia. Altra questione l’approvazione del progetto di implementazione e adeguamento della videosorveglianza del sito.

Si è a lungo discusso anche di questa problematica, ma nel corso della riunione alla fine è stata «unanimemente riconosciuta l’utilità del progetto soprattutto sotto il profilo della valorizzazione e recupero del sito», ed è stato esaminato «lo stato di avanzamento dei progetti in atto per il recupero architettonico del pavimento e della volta. In particolare, il Comune ha assicurato l’avvio di interventi emergenziali su quest’ultima allo scopo di eliminare le infiltrazioni».

Leggi anche...

- Advertisement -