Il secondo episodio in 8 mesi.

Durante lo scorso fine settimana, ignoti si sono introdotti all’interno del Sam (Servizio amministrativo municipale) a Chiaiano, in provincia di Napoli. Obiettivo del raid il contenuto di due casseforti. Dalle quali, come riporta un articolo del ‘Mattino’ a firma della collega Giuliana Covella, sono stati portati via diversi documenti, marche da bollo, carte d’identità “bianche” (quelle che si danno per coloro che hanno esigenza di avere subito, magari perché in partenza) e circa 4mila euro. Ma il danno più grave riguarda i 3500 certificati elettorali sottratti, sradicando di netto le due casseforti con l’aiuto di una gru.

I malviventi, infatti, si sono introdotti nei locali al primo piano, passando dal parcheggio c, utilizzando proprio il mezzo pesante. Giunti negli uffici sono entrati in azione. A scoprire il furto alcuni dipendenti, nella mattinata di ieri. Sul posto sono giunti immediatamente i carabinieri, per l’inizio delle indagini, per le quali sarà fondamentale il ritrovamento di una impronta digitale. Si tratta del secondo episodio nel giro di 8 mesi che avviene sempre al Sam di Chiaiano, per portare via documenti.

“Appare ancora una volta chiara la necessità di dotare il posto di un sistema di telecamere che consenta di presidiare il posto, per evitare di spendere qualche migliaia di euro ci ritroviamo poi con danni molto più corposi dal punto di vista economico”, hanno dichiarato il presidente dell’VIII Municipalità Apostolos Paipais e il vicepresidente Salvatore Passaro.

1 commento

Comments are closed.