sabato, Maggio 21, 2022
HomeNotizie di CronacaFurto ai Ponti Rossi, rom in fuga speronano la polizia: arrestati con...

Furto ai Ponti Rossi, rom in fuga speronano la polizia: arrestati con l’accusa di tentato omicidio

Notte ad altissima tensione non lontano dal luogo in cui ha perso la vita l’agente scelto Lino Apicella: sempre più emergenza criminalità a Napoli

di Redazione

Notte ad altissima tensione sulle strade della periferia nord di Napoli. Lunedì sera i Falchi della Squadra mobile, durante un servizio di contrasto ai reati predatori, nel transitare in via Ponti Rossi hanno notato due uomini all’esterno del  cancello d’ingresso di un edificio e, insospettiti, li hanno avvicinati mentre questi salivano su un’auto sopraggiunta con una terza persona a bordo.

I tre, per eludere il controllo, dopo aver colpito una delle moto e strattonato un agente, si sono allontanati velocemente; durante l’inseguimento, avvenuto su una strada impervia e poco illuminata, hanno tentato anche di speronare le moto di servizio e lanciato verso i poliziotti cacciaviti e altri arnesi atti allo scasso fino a quando, in via De Simone, in seguito alla collisione dell’auto con una delle moto, i tre hanno abbandonato la vettura fuggendo verso un dirupo dove sono stati raggiunti e bloccati dopo una colluttazione.

Alesandro Dragutinovic, Obrenovic Dusan, serbi di 45 e 19 anni, e Cristian Barbulovic, italiano di 21 anni, tutti gravati da precedenti di polizia, sono stati arrestati per tentato omicidio, tentata rapina aggravata e lesioni personali. L’inseguimento è avvenuto a pochi chilometri di distanza da calata Capodichino, la strada in cui pochi mesi fa ha perso la vita l’agente scelto del commissariato Secondigliano, Pasquale Apicella, in quel frangente impegnato a inseguire una banda di rapinatori rom. Un drammatico copione che solo per pure caso non si è ripetuto anche ieri notta.

Leggi anche...

- Advertisement -