TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Operazione della polizia di Caserta che ha dato esecuzione ad un’ordinanza di misure cautelari personali, emessa dal’Ufficio gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta della procura, a carico di sette persone di etnia rom, ritenuti responsabili di una serie di atti predatori, commessi a Caserta e provincia negli ultimi mesi. L’indagine ha avuto origine da 17 furti, consumati e tentati, posti in essere dallo scorso mese di settembre 2018 in banche, gioiellerie e negozi di telefonia, sia nel pieno centro di Caserta che in provincia.

ad

 

Le indagini si sono concentrate, sin dal primo momento, su una serie di soggetti, provenienti dal campo nomadi di Giugliano in Campania (Napoli), a carico dei quali sono state avviate attività tecniche. Dalle prime indagini è emerso il coinvolgimento di queste persone in un’associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti e rapine in danno di gioiellerie, istituti di credito e negozi di telefonia mediante la tecnica della “spaccata”.

 

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Riproduzione Riservata