Luigi Scavone

La requisitoria  

La Procura ha chiesto la condanna a 12 anni e due mesi, per il noto imprenditore (impegnato nel settore del lavoro interinale), Luigi Scavone. Quest’ultimo, ex poliziotto e amministratore del gruppo Alma, è stato arrestato lo scorso marzo, accusato di associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale. Secondo le argomentazioni della Procura, Scavone, insieme ad altri coimputati, avrebbe frodato al fisco, ben settanta milioni di euro. Come? Attraverso il trucco delle indebite compensazioni di imposta. Tornando al processo, alla sbarra c’è anche l’imprenditore Francesco Barbarino, per il quale sono stati invocati 10 anni e otto mesi. La notizia relativa alla requisitoria è stata riportata dal Corriere del Mezzogiorno.