Alla notizia della morte di Diego Armando Maradona diverse persone si sono radunate davanti allo stadio San Paolo, ai murales dedicati al Pibe de Oro, ai Quartieri Spagnoli e a San Giovanni a Teduccio

di Stefano Esposito

Se c’è una città al mondo che più di ogni altra ha amato ed amerà per sempre Diego Armando Maradona, è Napoli.

ad

Città e squadra, che il Dio del calcio ha rappresentato dal 1984 al 1991

La sua Napoli gli ha reso omaggio davanti al tempio nel quale Maradona ha illuminato gli occhi di tutti i tifosi: lo Stadio San Paolo, che presto prenderà il suo nome.

Fiori, lacrime e pensieri nei confronti di chi li ha fatti innamorare del calcio. Un amore eterno ed incondizionato.

Dal grande murales dei Quartieri Spagnoli (illuminati dallo scoppio dei fuochi d’artificio) al più recente ritratto di Jorit a San Giovanni a Teduccio ed ovviamente lo stadio San Paolo, casa sua.

Napoli trafitta dalla notizia della morte di Diego Armando Maradona ha scelto questi tre luoghi simbolo per ricordare il campione argentino.

All’esterno della Curva B, settore dello stadio San Paolo di Fuorigrotta storicamente riservato al tifo più caldo, è stato esposto uno striscione che già era apparso in città lo scorso 30 ottobre, giorno del sessantesimo compleanno di Maradona: «O re immortale, il tuo vessillo mai smetterà di sventolare».

“Tutti si aspettano le nostre parole. Ma quali parole possiamo usare per un dolore come quello che stiamo vivendo? Ora è il momento delle lacrime. Poi ci sarà il momento delle parole”. Il messaggio del club azzurro è assolutamente condivisibile.

Successivamente il club azzurro ha postato un video con alcune incredibili giocate del fenomeno argentino, con un messaggio ben chiaro: “Una Leggenda non muore mai”

Napoli si stringe intorno al ricordo del suo numero 10.
Il più grande calciatore di tutti i tempi.

“I tifosi del club azzurro ricorderanno Maradona anche nella giornata di domani, in occasione della gara di Europa League, che vedrà impegnato il Napoli al San Paolo contro il Rijeka:

“Domani 26 novembre, alle ore 20:45, Napoli ricorda Diego Armando Maradona. Prima della partita, metteremo alle finestre luci e candele per D10S, e alle 21:00, dopo il minuto di silenzio, faremo partire da ogni finestra di Napoli il più grande applauso mai sentito nella storia della città.

Grideremo il nome di Diego per far sentire al mondo che non lo dimenticheremo mai, che Diego è il nostro figlio e fratello più amato. Inoltrate e condividete a tutti i Napoletani. Forza Diego Per Sempre!!!”.

Addio Diego, la TUA città non ti dimenticherà mai