sabato, Maggio 28, 2022
HomeSanitàGimbe, Cartabellotta spinge sull'importanza della quarta dose di vaccino

Gimbe, Cartabellotta spinge sull’importanza della quarta dose di vaccino

di aemme

Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, l’organizzazione indipendente che dal 1996 promuove l’integrazione delle migliori evidenze scientifiche, ha fatto il punto sullo sviluppo della curva epidemiologica del Covid. Le sue parole sono incoraggianti, ma occhio al tema vaccini. un tema ancora fondamentale: “Prosegue la discesa dei contagi, i nuovi casi si attestano a quota 286mila con una media che varia di settimana in settimana e che sfiora i 41mila tamponi posititivi al giorno. Bisogna comunque precisare, per meglio valutare la portata di questi numeri, che c’è stato un calo del 23,6% dei tamponi totali”.

Le parole del presidente della Fondazione Gimbe

Cartabellotta poi prosegue affermando di ritenere inaccettabili “le disuguaglianze regionali sulle coperture con le quarte dosi. Le strategie di chiamata attiva – prosegue – sono molto più efficaci dei meccanismi a prenotazione volontaria. Ma la lentezza con cui procedono le somministrazioni indica una serpeggiante esitazione vaccinale. La gente – insiste il presidente – esita a fronte di discutibili consigli medici che invitano ad aspettare l’autunno per fare il richiamo”. Per il numero uno della Fondazione Gimbe questa strategia attendista è pericolossisma per tre motivi: il primo è che non c’è certezza su quando saranno disponibili le dosi di vaccino. La seconda è che i dati dimostrano il progressivo calo dell’efficicacia vaccinale sulla malattia grave. La quarta dose, infine, riduce le ospedalizzazioni e i decessi senza mezze misure tenendo conto della particolare fragilità degli over 80 già coperti con tre dosi di siero.

Leggi anche...

- Advertisement -