lunedì, Dicembre 6, 2021
HomeNotizie di CronacaFollia ai Quartieri Spagnoli: «Sto bene ma portatemi subito l'ossigeno». Poi i...

Follia ai Quartieri Spagnoli: «Sto bene ma portatemi subito l’ossigeno». Poi i pugni sull’ambulanza

Notte ad alta tensione tra i vicoli di Montecalvario: protagonista dell’aggressione, la 15esima dall’inizio dell’anno, una gang di giovani teppisti

di Luigi Nicolosi

Ancora una notte ad altissima tensione per i sanitari del 118. La nuova aggressione, già la 15esima dall’inizio dell’anno, si è consumata nel cuore dei Quartieri Spagnoli e ha visto protagonista, in negativo, una gang di giovanissimi che senza alcun motivo si è scagliata contro il mezzo di soccorso colpendolo con diversi pugni.

A denunciare l’accaduto è ancora una volta l’associazione di categoria Nessuno tocchi Ippocrate. Ecco il resoconto dell’intervento. La postazione 118 dell’Annunziata intorno a mezzanotte viene allertata nel centro storico di Napoli, in vico figurelle a Montecalvario, per “riferita dispnea in Covid positivo”. Giunto sul posto, l’equipaggio si accorge che il paziente, che saturava discretamente, aveva chiamato l’ambulanza solo e soltanto per avere una bombola di ossigeno, e a quanto riferito dai parenti, avrebbero continuato a chiamare il 118 fino a quando non gli avrebbero mandato  una ambulanza con l’ossigeno.

Esterefatti dalla “non” richiesta di soccorso, gli uomini dell’equipaggio scendono dall’abitazione e trova un gruppo di ragazzini senza mascherina che in barba alle norme anti-covid sostavano poco distanti. Alla partenza del mezzo di soccorso uno di loro, senza alcun apparente motivo, sferra un pugno allo specchietto retrovisore e un altro si appende letteralmente al tetto dell’ambulanza. «Sempre più difficile il lavoro di chi, sottopagato e umiliato, cerca solo di portare sollievo a casa di chi non si sente veramente bene», è il laconico commento dell’associazione Nessuno tocchi Ippocrate. Della vicenda sono state infine informate le forze dell’ordine.

Leggi anche...

- Advertisement -