martedì, Dicembre 6, 2022
HomeNotizie di AttualitàFollia a Napoli: intrappolati in casa per le auto in sosta

Follia a Napoli: intrappolati in casa per le auto in sosta

Il civico 13 di via Carelli è ormai preda degli automobilisti incivili. Ma la cosa piu grave è il silenzio di vigili e Municipalità

La carenza di parcheggi e il traffico spesso e volentieri, a Napoli e provincia ma anche nel resto della regione e del Paese, vengono utilizzati come «scuse» per giustificare la propria maleducazione e la propria strafottenza. Questo capita anche in Via del Parco Carelli a Posillipo dove i residenti sono ostaggio di automobilisti indisciplinati. Al civico numero 13, dove non esiste un marciapiede o qualcosa che impedisca la sosta delle auto, gli abitanti sono costretti a pregare emeriti sconosciuti per poter uscire di casa.

Puntualmente qualche maleducato e strafottente, perché solo così possono essere appellati, ogni giorno, parcheggia la propria auto davanti all’ingresso della villetta impedendo perfino l’uscita dall’abitazione. Una situazione esasperante che i residenti hanno fatto presente più volte, alle autorità competenti, chiedendo ripetutamente l’installazione di dissuasori di sosta o almeno il passaggio delle forze dell’ordine, in primis i vigili urbani, deputati al controllo delle regole non rispettate. Sì perché lì il parcheggio, da regolamento, è vietato, non ci sono strisce. Ma i «furbi» ignorano perfino le regole non scritte del buon vivere civile e ogni centimetro è buono per fermare la propria auto: in curva, davanti gli scivoli per i disabili o sulle strisce pedonali.

I solleciti a Municipalità e uffici preposti

Il capogruppo di «Manfredi Sindaco», Fulvio Fucito, secondo quanto risulta a Stylo24, ha più volte sollecitato gli uffici preposti e il presidente della prima municipalità a intervenire. Ha inviato due missive per chiedere l’intervento delle istituzioni, una ad aprile e una a giugno ma finora nulla è cambiato.

«E’ inaccettabile l’assenza di controlli da parte degli organi competenti e la mancanza di intervento per mettere a freno comportamenti scorretti reiteranti ogni giorno a danno di cittadini residenti e disabili. In caso di ulteriori assenza Vi terrò responsabili di eventuali danni provocati» afferma il capogruppo consiliare nella sua ultima richiesta inviata il primo giugno scorso.

I residenti del civico 13 hanno deciso, lo scorso 20 settembre, di ritornare a far sentire la propria voce, con una richiesta di installazione di dissuasori di sosta, inviata direttamente alla presidente della Municipalità Mazzone: «Tale richiesta d’intervento è per garantire la tutela della sicurezza delle persone che abitano al suddetto civico il cui accesso è quotidianamente impedito dalla sosta selvaggi di veicoli». Ma a Napoli si sa, tutto è più difficile. Anche installare un paletto o fare una multa richiede mesi e mesi di riflessione. Con buona pace delle persone per bene. Cosa si aspetta a intervenire?

Articoli Correlati

- Advertisement -