lunedì, Novembre 29, 2021
Home Notizie di Politica Asse Fiola-Casillo per mettere all'angolo il ribelle Sarracino

Asse Fiola-Casillo per mettere all’angolo il ribelle Sarracino

- Advertisement -

Il segretario metropolitano dem ha scontentato più di un collega di partito: a cominciare da Leonardo Impegno cui aveva assicurato un assessorato

L’attivismo e il protagonismo di Marco Sarracino, segretario metropolitano, stanno creando grossi malumori nel Partito democratico napoletano, soprattutto nelle aree politiche che fanno capo a Mario Casillo e alla famiglia Fiola (il papà Ciro, presidente della Camera di commercio; e la figlia Bruna, consigliera regionale). Malumori nati dal fatto che, nonostante siano le correnti più forti in città dal punto di vista elettorale, non siano state interpellate per esprimere un nome nella Giunta comunale di Napoli.

Gli assessori scelti in quota dem, infatti, sono stati proposti al sindaco Gaetano Manfredi direttamente ma soprattutto autonomamente dal segretario metropolitano (con la copertura dell’ex ministro Francesco Boccia) che ha «piazzato» nell’amministrazione partenopea Paolo Mancuso, con l’obiettivo – dicono i detrattori – di «liberarsi» della sua ingombrante presenza, e Teresa Armato. Due nomi di sicuro spessore ma che hanno creato non poche perplessità nel partito.

Deluso anche Leonardo Impegno, figlio di Bernardo

Secondo un’indiscrezione raccolta da Stylo24 Impegno era sicuro di diventare assessore, sogno infranto quando lo staff di Manfredi ha diramato la lista ufficiale degli assessorati. L’ex deputato era convinto della promozione a Palazzo San Giacomo proprio perché gli era stato assicurato dal segretario metropolitano con una telefonata 48 ore prima. Uno stile di gestione «autocratico» che qualcuno ha paragonato, tra il serio e il faceto, a quello del governatore Vincenzo De Luca. Peraltro acerrimo rivale proprio del segretario metropolitano.

Le «mani libere» di Sarracino sulla giunta potrebbero però trasformarsi in un boomerang se è vero che Mario Casillo e Bruna Fiola potrebbero riavvicinarsi e fare asse comune contro Sarracino in vista delle elezioni per la segreteria metropolitana del 2023. In questo caso la riconferma a segretario diventerebbe molto dura. I bene informati inoltre, affermano che sempre Sarracino starebbe pensando di dirottare nello staff dell’assessore Mancuso i suoi collaboratori più stretti in segretaria, i suoi uomini di fiducia.

Riproduzione Riservata
- Advertisement -

Leggi anche...

- Advertisement -
Riproduzione Riservata