Scoperti quattro parcheggiatori abusivi col reddito di cittadinanza

Tra le persone coinvolte nelle indagini pure un venditore di sigarette di contrabbando

La Corte dei Conti ha scoperto 23 falsi indigenti, che adesso sono costretti a restituire quanto percepito attraverso il Reddito di cittadinanza. Si tratta, secondo quanto è emerso dalle indagini, di 11 residenti in provincia di Napoli, 2 in quella di Salerno e di 10 persone che abitano nel Casertano. Come riporta la Repubblica, il danno erariale si attesta sui 54.014,17 euro. I «falsi poveri» dovranno restituire singolarmente somme che vanno dai 160 ai 9.182 euro. Tra le persone scoperte, lavoratori in nero, un venditore di sigarette di contrabbando e perfino una «falsa separata» dal marito. La 48enne, all’atto di presentare la domanda per il sussidio (che poi è stata accolta) ha indicato di essere separata, contrariamente alla realtà, ma le indagini degli inquirenti hanno fatto emergere la verità. La donna dovrà restituire i 3.200 euro finora incassati.