Il presidente della Camera, Roberto Fico, ha dato incarico all’avvocato Alfonso Maria Stile di valutare eventuali querele per diffamazione a mezzo stampa per gli articoli e i servizi che riguardano una presunta colf ‘in nero’ al suo servizio. “Ho ricevuto incarico dal presidente della Camera Roberto Fico di tutelarlo penalmente a seguito della messa in onda del servizio della trasmissione di Italia1 Le Iene dal titolo’ Una colf in nero per il Presidente Roberto Fico?’, e dopo la lettura di tutti gli articoli di stampa che hanno riportato la notizia – spiega il legale – stiamo valutando di sporgere querela per diffamazione nei confronti della trasmissione che, attraverso il pezzo, insinua nel pubblico televisivo il dubbio (per loro certezza, per come e’ stato montato il pezzo e per i commenti che accompagnano il servizio) che il presidente Fico abbia assunto a nero una colf/baby sitter nella casa napoletana della signora Yvonne”.

Un frame del servizio de ‘Le Iene’ sulle presunte irregolarità nella posizione contrattuale di una collaboratrice domestica di Roberto Fico

“Stesse considerazioni – aggiunge il legale – valgono per tutti i quotidiani che hanno indicato il presidente Fico quale datore di lavoro della signora Imma. Il presidente Fico non e’, ne’ e’ mai stato, datore di lavoro della signora Imma. Il presidente Fico abita a Roma, e in quella casa ha una colf assunta con regolare contratto. Risiede a Napoli, ma a casa propria nel quartiere Posillipo, e non nella casa della signora Yvonne. Il presidente Fico mi ha investita di questo incarico per non alimentare ulteriori pretestuose polemiche e strumentalizzazioni politiche”.