Uno scatto della festa vip sul Lungomare, al lato un frame del video con Gennaro Migliore senza mascherina

L’esposto riguarda l’evento in occasione del compleanno del giornalista Lorenzo Crea a cui ha partecipato (senza mascherina) anche il deputato di Italia viva Gennaro Migliore

È stata depositata, ieri, in Questura a Napoli, la prima delle denunce – già annunciate dal nostro giornale – per la partecipazione alla festa del giornalista Lorenzo Crea, figlio della coordinatrice provinciale di Italia viva, Graziella Pagano. Festa organizzata nonostante il Decreto del presidente del consiglio dei ministri (Dpcm) e le ordinanze regionali vietino in maniera categorica incontri conviviali («Sono vietate le feste e ricevimenti, anche conseguenti a cerimonie, civili o religiose – matrimoni, battesimi –, in tutti i luoghi al chiuso e all’aperto con la partecipazione di invitati che siano estranei al nucleo familiare convivente, anche se in numero inferiore a 30»). Festa a cui ha partecipato il deputato renziano Gennaro Migliore, globe trotter della politica cittadina. E ricercatore indefesso di chi possa dargli sponda per una candidatura a sindaco di Napoli.

Le foto e i video, pubblicati da Stylo24, sono a tal riguardo chiarissimi. Foto e video – è opportuno sottolineare – non rubati, come sostiene Migliore in un post sulla sua pagina Facebook, ma pubblici perché postati sui profili social dei diretti interessati.

ad

Da quel che Stylo24 è riuscito ad accertare, sarebbe pronta anche un’altra querela che sarà depositata nelle prossime ore.