martedì, Gennaio 18, 2022
HomeNotizie di SportCalcioFerrero, l'avvocato: «Trattato peggio di Totò Riina. Ho contattato...»

Ferrero, l’avvocato: «Trattato peggio di Totò Riina. Ho contattato…»

Il legale di Massimo Ferrero, arrestato ieri a Milano per bancarotta, ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alle condizioni dell’ormai ex presidente blucerchiato

di Stefano Esposito

“Lo stanno trattando peggio di Totò Riina.

Non ho idea di dove si trovi il mio assisto e soprattutto in che condizioni di salute sia”, riporta Calcio e finanza.

Da notizie di stampa ho appurato che sarebbe stato trasferito nel carcere di San Vittore.

Ho contattato l’istituto penitenziario, l’ultima volta alle 14.59, ma mi hanno comunicato che non si trova lì”, queste le dichiarazioni del legale di Massimo Ferrero, Pina Tenga.

La mia richiesta alla Procura di Paola per un suo trasferimento a Roma è stata negata.

Ferrero ha affermato di essere affetto da alcune patologie”.

Il comunicato del club e le dimissioni

“Con grande stupore si è appreso dell’esecuzione di una misura cautelare di custodia in carcere a carico di Massimo Ferrero richiesta da parte della Procura della Repubblica di Paola per vicende fallimentari relative a fatti di moltissimi anni fa.

Tali vicende, in ogni caso, preme precisare che sono del tutto indipendenti tanto rispetto alla gestione e alla proprietà della Società U.C. Sampdoria quanto rispetto alle attività romane di Ferrero e legate al mondo del cinema, già oggetto di procedura avanti al Tribunale di Roma.

Tuttavia Ferrero, proprio per tutelare al meglio gli interessi delle altre attività in cui opera, e in particolare isolare anche ogni pretestuosa speculazione di incidenza di un tanto rispetto all’U.C.

Sampdoria e al mondo del calcio, intende formalizzare le dimissioni immediate dalle cariche sociali di cui sinora è stato titolare.

Nel contempo è a disposizione degli inquirenti.

Bisognerà chiarire fin da subito la propria posizione ed evitare che possano derivare ulteriori pregiudizi a carico di realtà estranee, come la U.C. Sampdoria, che ne sarebbero gratuitamente danneggiate.

Si confida che tutto si possa risolvere in tempi brevissimi anche considerando che il Trust adottato in funzione delle procedure romane contemplava, a garanzia, anche l’accantonamento di somme proprio a tutela delle procedure di cui alla Procura di Paola”

Leggi anche...

- Advertisement -