Come riportato da Repubblica, sono stati fermati i due malviventi che nei giorni scorsi avevano rubato l’orologio dell’attuale calciatore del Milan

di Stefano Esposito

Avevano raggiunto Milano durante il lockdown i due rapinatori professionisti, G. Esposito, di anni 31 e G. Nasti, di anni 42. Fermati ad Arezzo nell’area di servizio Bettolle dell’autostrada A1.

ad

Gli agenti della squadra mobile di Milano, contestualmente al fermo operato dai colleghi toscani, hanno perquisito la casa di un’amica di uno dei due rapinatori, a Brugherio.

La donna, di origini salernitane, ha anche ammesso di aver gettato gli abiti usati per la rapina in un cassonetto per la raccolta degli indumenti usati (già svuotato all’arrivo delle forze dell’ordine). Ora è accusata di favoreggiamento.

Solo due giorni fa il calciatore rossonero ex Villareal aveva pubblicato delle Instagram Stories in cui si diceva shockato dalla rapina subita con tanto di pistola.

A distanza di 48 ore, il calciatore ha riconosciuto i due colpevoli grazie al tempestivo intervento delle forze dell’ordine.

Riproduzione Riservata