TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Era ai domiciliari dal 16 gennaio scorso ma il tribunale del Riesame di Napoli ha annullato la misura cautelare decisa dal gip del tribunale di Benevento. Angelo Iannotta, 46 anni carabiniere di Sant’Agata de’ Goti, torna in liberta’, ma resta indagato per le gravi lesioni provocate a una donna di 37 anni nella notte di Capodanno dall’esplosione di un razzo da lui usato per festeggiare. I giudici del Riesame hanno ritenuto insussistenti le esigenze cautelari, ritenendo improbabili la reiterazione del reato e il pericolo di fuga.

ad

 

Iannotta nell’interrogatorio di garanzia si e’ avvalso della facolta’ di non rispondere. Non ha mai spiegato dunque dove si procuro’ l’ordigno pericoloso e non convenzionale esploso nella piazza di Sant’Agata de’ Goti. Una scheggia dell’ordigno buco’ la tensostruttura dove era in corso una festa e colpi’ al polmone la donna. La 37enne da pochi giorni ha lasciato l’ospedale Rummo di Benevento dove fu ricoverata e operata per le gravissime lesioni.

 

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Riproduzione Riservata