aeroporto capodichino
L'aeroporto di Capodichino

Sbarcati voli da Spagna, Grecia, Malta e Croazia.

Voli in arrivo dai Paesi a rischio secondo il piano del ministro Speranza ma nessuna nave approdata al porto. Questo il bilancio della giornata di ieri nei principali punti di accesso dall’estero a Napoli, dove gli italiani tornati dalle vacanze hanno trovato uno scenario mutato. Molta attività all’aeroporto di Capodichino che con la ripartenza di quasi tutti i voli è l’hub più importante al momento. Ieri c’erano 81 voli in totale tra partenze e arrivi, rispetto ai 106 dello scorso anno. Di questi cinque erano in arrivo dalla Grecia, tre dalla Spagna, due da Malta e uno dalla Croazia.

I dati di arrivi sono disponibili dalla sera ma ci si può basare su quelli di due giorni fa che parlavano di 12.515 passeggeri totali, di cui 6.250 in arrivo tra i voli nazionali e internazionali: sugli 81 voli di oggi, 14 erano nazionali, gli altri da e per l’estero.
All’aeroporto proseguono le operazioni aeroportuali con le misure anti covid di GESAC, la società che gestisce su scalo, con anche la cabina di sanificazione per i passeggeri, l’igienizzazione con raggi UV-C, sanificazione costante dell’aria condizionata e delle apparecchiature in uso ai viaggiatori.

ad

Non ci sono controlli specifici previsti allo sbarco, ma restano per tutti le regole del governo e l’ordinanza regionale di De Luca che prevede autoisolamento per chi arriva dall’estero in attesa dei risultati di test sierologico e tamponi.

Giornata tranquilla ieri al porto di Napoli, invece, dove non c’erano ieri arrivi dai Paesi esteri ma solo afflusso notevole dei vacanzieri, soprattutto locali, diretti alle isole del golfo.