Prima la rapina, poi le false generalità. E’ la vicenda che vede protagonista un uomo di 42 anni, che nel pomeriggio dell’undici giugno scorso ha portato via, con una rapina, una statua d’argento da una gioielleria di Via Toledo. Arrestato in flagranza per detta azione, aveva fornito ai carabinieri le generalità di un parente incensurato. L’arrestato è Bruno S., 42enne, di Marano.

La sua vera identità è emersa successivamente all’arresto in flagranza grazie al riscontro delle sue impronte digitali con quelle contenute nella banca dati interforze. Bruno S. è stato pertanto denunciato all’autorità giudiziaria per il reato di false dichiarazioni sull’identità.