E hanno celebrato l’anniversario della nascita donando 300 pasti ai clochard

A un anno dal lockdown, l’associazione “Facciamo compagnia” ha deciso di donare 300 pasti caldi al centro “La Palma” per persone senza fissa dimora e in difficoltà. L’associazione, nata attraverso un gruppo Facebook che conta 3mila iscritti, in questo anno ha sostenuto circa 600 famiglie portando spese, organizzando collette, donando pasti ed ha anche sostenuto altre associazioni ed enti territoriali con un solo obiettivo in mente: aiutare chi si trova in difficoltà agendo secondo la logica del buon vicinato.

«Le idi di marzo 2020 scorrevano lente e tutto intorno a noi era silenzio – dice Rosario Morisieri, fondatore del gruppo e fotografo – e c’erano paura e un gran senso di smarrimento nei confronti di una situazione mai vista prima. La gente cercava conforto, compagnia, punti di riferimento e da questo senso di angoscia, dalla volontà di accompagnare i giorni bui della pandemia è arrivata l’idea di entrare, tramite i social, nelle case di chi si trovava da solo, di chi aveva parenti lontani, all’estero, di madri preoccupate e afflitte, di padri angosciati dalla cassa integrazione, di giovani reclusi». «E così con alcuni amici abbiamo creato il gruppo Facebook con lo scopo di fare compagnia, di condividere opinioni, ansie, risate e lacrime. Il gruppo – continua Morisieri – non solo ha aiutato emotivamente le oltre 3mila persone che nel giro di un anno si sono iscritte, ma si è fatto promotore di varie iniziative benefiche raccogliendo fondi per sostenere persone in difficoltà, pubblicizzando attività commerciali, e anche creando legami che hanno portato contatti lavorativi».

ad

E oggi a un anno dalla sua costituzione, i fondatori hanno deciso di “festeggiare” raccogliendo quello che avrebbero speso per una festa e di donarlo per comprare pasti per i senzatetto.  

Riproduzione Riservata