lunedì, Dicembre 6, 2021
HomeNotizie di CronacaFa sparire 40 milioni destinati ai fratelli: una nobildonna napoletana a giudizio

Fa sparire 40 milioni destinati ai fratelli: una nobildonna napoletana a giudizio

La nobildonna ha una citazione penale per mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice

Doveva essere una battaglia in sede civile contro i fratelli, e invece Elvira Lefebvre D’Ovidio avrebbe occultato ai creditori un patrimonio di 40 milioni di euro. L’enorme patrimonio deriva dalla miliardaria eredità di Antonio Lefebvre, suo padre, nonché giurista ed ideatore del diritto marittimo. L’intera vicenda giudiziaria ruota attorno ad una disputa legale fra gli eredi di Antonio Lefebvre: nel 2015, la donna cita i suoi due fratelli Francesco e Manfredi, oltre ad alcune società, sostenendo di essere lei l’unica erede e accusando loro di non avere il titolo per la gestione dei suoi beni tra cui numerosi immobili e navi da crociera. Nel 2018, quindi, Elvira trova prima un accordo con Manfredi, e rinuncia al giudizio, ma nel 2020 il tribunale civile di Roma dichiara non fondate le richieste nei confronti dell’altro fratello Franesco e la condanna al pagamento di 500mila euro di spese processuali.

Francesco Lefebvre, e gli altri creditori, chiedono il pagamento, e la controparte ne chiede la rateizzazione, sostenendo che, la donna, non è in condizioni di poter pagare il dovuto. Ma, il fratello, fa esposto alla procura, ed il pm afferma che l’indagata avrebbe compiuto, con disegno criminoso, degli atti simulati per sottrarsi agli obblighi dei quali era in corso l’accertamento per il tribunale di Roma, poi sanciti con sentenza. Questo disegno avrebbe quindi svuotato il suo patrimonio di 40 milioni attraverso donazioni e trasferimenti, nell’arco di due anni.

Leggi anche...

- Advertisement -