La sede del Municipio di Torre Annunziata, nel riquadro Nunzio Ariano

Prelevati documenti dall’ufficio in cui lavorava Nunzio Ariano, prima di svolgere servizio a Torre Annunziata

Si indaga sulla direttrice Torre Annunziata-Qualiano, relativamente alla vicenda della mazzetta da 10mila euro intascata da Nunzio Ariano,  ex ingegnere capo dell’Ufficio tecnico del Comune oplontino, arrestato con l’accusa di aver rilasciato concessioni edilizie in cambio di denaro. Per un periodo (fino al 2016, ndr), Ariano ha lavorato come dirigente anche al Comune di Qualiano (hinterland nord della provincia partenopea). Proprio a Qualiano, nelle scorse ore, i militari delle fiamme gialle – come riporta il quotidiano Il Roma – hanno effettuato un accesso, prelevando dei documenti. Le indagini tendono a fare luce sul giro di mazzette, per comprendere se l’episodio di Torre Annunziata sia isolato o se ci si trovi davanti a un sistema consolidato, nel caso il «sistema Ariano».