Campania

Secondo Eurostat in Campania il tasso di rischio è 41,4%, la media europea è del 16,8%

Campania, Sicilia e Calabria secondo Eurostat sono nella top ten delle regioni con il più alto tasso di rischio di povertà in Europa. E’ quanto afferma Eurostat Regional Yearbook 2020, secondo cui il triste primato spetta proprio alla Campania, con un tasso del 41,4% contro una media europea del 16,8%.

Al secondo posto c’è la Sicilia (con il 40,7%), seguita dall’enclave spagnola di Ceuta (38,3%), dalla spagnola Extremadura (37,6%), dalla Regione del Nord-Est in Romania (35,6%) e Severozapaden in Bulgaria (35,1%). Al settimo posto c’è la romena Sud-Vest Oltenia (34,3%) e all’ottavo la Calabria con un tasso del 32,7%.

ad

Nel 2018 c’erano 10 regioni situate nell’est e nel sud dell’Europa in cui oltre il 40% della popolazione era a rischio di povertà o esclusione sociale. Ed erano situate in Bulgaria, Romania, Grecia, Spagna e Italia. Anche allora il rischio più elevato era in Campania (53,6%) e Sicilia (51,6%).