manette

Le manette scattate a Giugliano.

I carabinieri hanno arrestato a Giugliano in Campania, nel Napoletano, il 37enne Bartolomeo Vitiello, sfuggito al blitz del 13 dicembre scorso che aveva portato all’arresto di otto persone accusate di aver compiuto estorsioni a commercianti del Casertano per conto del clan dei Casalesi. Le attività investigative sono state coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli e realizzate dai carabinieri del Gruppo di Aversa.

Gli investigatori dell’Arma hanno controllato a più riprese le abitazioni delle persone vicine a Vitiello, fin quando non hanno avuto la certezza che il 37enne potesse essere rientrato temporaneamente presso il suo domicilio di Giugliano, dove è stato infatti stanato.

Per gli inquirenti Vitiello farebbe parte di un gruppo legato alle fazioni Bidognetti e Schiavone del clan dei Casalesi, nel cui interesse avrebbe compiuto diverse estorsioni a commercianti di Aversa, Lusciano e Parete; alle vittime sarebbero state chieste somme da un minimo di 250 ad un massimo di 15.000 euro, con l’obiettivo di sostenere le famiglie dei detenuti ed erogare lo stipendio agli affiliati.

1 commento

Comments are closed.