Vitiello, Poziello e Napoleno hanno ottenuto di essere giudicati con il rito abbreviato  

Chiesti 10 anni di reclusione per tre presunti estorsori del clan Mallardo di Giugliano. E’ quanto ha invocato al termine della requisitoria, il pubblico ministero nei confronti di Francesco Vitiello, Vincenzo Fabio Poziello e Marino Napolano. I tre, che hanno chiesto e ottenuto di essere giudicati secondo il rito abbreviato, sono accusati di aver minacciato, in più occasioni, un imprenditore edile impegnato con dei lavori presso un cantiere cittadino. La notizia relativa alla richiesta di condanna per i tre, è stata riportata dal quotidiano Il Roma.