Secondo l’accusa, avrebbero provato ad estorcere del denaro a un medico. Gli agenti di polizia hanno arrestato due uomini ed una donna, con l’accusa di aver tentato di estorcere la somma di 10mila euro ad un medico, che sarebbe stato più volte minacciato telefonicamente di morte; minacce che sarebbero state indirizzate anche ai figli e alla moglie del professionista.

ad

I fatti sono accaduti a Caserta.

La richiesta
di una dipendente
della clinica

Secondo la Squadra Mobile di Caserta, che ha realizzato le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, il medico, in servizio in una clinica del Casertano, sarebbe stato avvicinato da una dipendente della stessa struttura, finita in carcere, che gli avrebbe chiesto una somma per porre rimedio ai propri problemi economici.

Al rifiuto del medico, la donna avrebbe interessato gli altri due indagati, entrambi napoletani e già noti alle forze dell’ordine, un 34enne e un 60enne, che avrebbero iniziato a tempestare di telefonate minatorie il medico.

L’appuntamento
programmato
con i poliziotti

Tra le parti è stato fissato un appuntamento per il pagamento dei 10mila euro pattuiti, ma il professionista ha prontamente informato la polizia; all’incontro programmato, si sono così presentati gli agenti della Squadra Mobile che hanno arrestato i responsabili della tentata estorsione.