Estorsione, il ras Umberto Luongo condannato a 6 anni e 6 mesi
Umberto Luongo

Arriva a sentenza il processo a carico dei clan di Portici e della zona orientale di Napoli. Il ras Carlo Vollaro condannato a 7 anni e 8 mesi

Una pena piuttosto mite se si considera che gli erano stati contestati quattro episodi di estorsione. Il boss Umberto Luongo, al termine del processo di primo grado, incassa sei anni e sei mesi di reclusione. Va un po’ peggio al ras Carlo Vollaro (dell’omonima famiglia malavitosa di Portici), condannato a 7 anni e otto mesi, mentre Giuseppe Sparano incassa 4 anni e 4 mesi; Vincenzo Scarano, quattro anni; Gennaro Silvestrino, 4 anni; Carmine Bosso, cinque.

Il processo è stato imbastito in seguito alla maxi-inchiesta che si abbatté come uno tsunami sui clan attivi a Portici e nella zona orientale di Napoli. Umberto Luongo, secondo gli inquirenti, era a capo di un sodalizio alleato con i Mazzarella di San Giovanni a Teduccio, ed è considerato un parigrado di Umberto D’Amico, almeno fino al momento in cui quest’ultimo ha cominciato a collaborare con la giustizia. La notizia relativa all’esito del processo, è stata riportata dal quotidiano Il Roma, nell’articolo a firma di Luigi Sannino.

ad
Riproduzione Riservata