E’ uno degli artisti più rappresentativi di Napoi, Enzo Gragnaniello, da sempre schierato apertamente a difesa del popolo partenopeo. «I napoletani sono un grandissimo popolo. Questi sono quattro pidocchi che fanno rumore, che creano il terrore ma non dobbiamo metterci paura».

ad

Questo il pensiero del cantautore in riferimento ai recenti fatti di cronaca che si sono verificati nella città di Napoli. Da Gragnaniello anche un monito ai giovani che impugnano le pistole.

«Vedete chi vi ha preceduto – ha continuato -, alcuni sono morti, altri si sono pentiti, altri ancora oggi pregano con il rosario in mano perché la coscienza li martella. La coscienza è una banca perché quello che metti poi lo hai con gli interessi».