Luigi de Magistris e Josi Della Ragione
Luigi de Magistris e Josi Della Ragione

“Nei grandi partiti non ci sono segnali di particolare innovazione e inoltre gia’ si vedono i grossi limiti del Rosatellum per cui le candidature sono scelte dagli apparati di partito”. Cosi’ il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, commenta le indiscrezioni sulle liste in vista del 4 marzo il cui termine per il deposito e’ oggi. Per de Magistris, “l’unica vera novita'” e’ rappresentata da “Potere al Popolo”, esperienza napoletana, “segno – sottolinea – che Napoli produce energie assolutamente positive”. Dunque, non “Liberi e Uguali” col quale è candidato un suo esponente di deMa, l’ex sindaco di Bacoli Josi Della Ragione.

ad

De Magistris afferma che questa campagna e’ iniziata “in modo deludente con contenuti e programmi insoddisfacenti e dichiarazioni di principio. Nel dibattito mancano i temi della lotta a mafie, contrasto a corruzione, difesa beni comuni, autonomie locali, partecipazione democratica”. “Sara’ – aggiunge – una campagna mediatica, di propaganda pura. Assisteremo a chi la sparera’ piu’ grossa”.

De Magistris: “Vogliamo sapere chi andra’ al Governo cosa intende fare”

Il sindaco, nel ribadire la sua decisione di non partecipare alla competizione elettorale, ha affermato: “Non manchero’ di pungolare su temi e contenuti perche’ vogliamo sapere chi andra’ al Governo cosa intende fare. Alcune cose le metteremo subito in chiaro anche perche’ dopo il 4 marzo ritengo sara’ molto difficile avere una stabilita’ e – conclude – per chi amministra significa che non avremo giorni positivi”.