TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Si insedierà il prossimo 15 ottobre il nuovo consiglio della Camera di Commercio di Napoli, dopo tre anni di gestione commissariale. Seduta durante la quale Ciro Fiola sarà investito del ruolo di nuovo presidente, per il periodo 2015-2020. Nomina più volte contestata dall’Unione Industriali per presunte irregolarità, ma confermata dagli ultimi verdetti della giustizia amministrativa. Mentre invece sarà necessario attendere gennaio per la sentenza dell’ultimo ricorso al Consiglio di Stato.

La Camera di Commercio di Napoli (Stylo24)
La Camera di Commercio di Napoli (Stylo24)

Tra i 33 consiglieri designati dalle associazioni datoriali, come riferisce ‘Il Mattino’, sono 16 i membri appartenenti al mondo dell’Aicast, di cui Fiola è leader, cui si aggiungeranno un esponente della Coldiretti, un rappresentante delle cooperative e uno dei consumatori. Per un totale di 19 consiglieri che entreranno a far parte della maggioranza. Per quanto riguarda l’opposizione, guidata dall’Unione Industriali, sono già stati assegnati 11 seggi. Per altri 3 membri dell’assemblea, il rappresentante delle organizzazioni sindacali Giovanni Sgambati, il rappresentante dei liberi professionisti Liuigi Vinci e un esponente del mondo del credito, gli orientamenti non sono ancora definiti.

All’Aicast spetteranno otto seggi su nove per il commercio, tre per il turismo e per i Servizi alle imprese. Uno ciascuno per artigianato, agricoltura e industria. L’Unione Industriali avrà dalla sua cinque seggi per il settore dell’Industria, due per i Trasporti, due per i Servizi alle imprese e uno ciascuno per artigianato e commercio.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT