TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Manca pochissimo alle due aste fissate per la vendita del ramo shipping e dell’hotel La Palma di Capri, nel fallimento della società Rbd Armatori di Torre del Greco. E, secondo quanto riferisce Mf-Milano Finanza, in un articolo a firma del collega Nicola Capuzzo, sarebbe arrivata una proposta di concordato fallimentare con assunzione ai curatori fallimentari della società: 270 milioni di euro per rilevare in blocco e senza asta le 13 navi portarinfuse secche e liquide con relativi contratti e personale. Per il ramo shipping il prezzo base era stato fissato a 190 milioni di dollari. A quali aggiungere i 35 per l’hotel di Capri, quelli per Villa Olivella a Torre Del Greco, l’immobile sede della società, e la liquidità in cassa. Un valore, come minimo che si assesterebbe intorno ai 230 milioni di euro.

 

In realtà, a quanto si apprendere, il solo valore della flotta, ai livelli di mercato attuali, viene stimato in 282 milioni di dollari (circa 248 milioni di euro), cifra che, aggiunta alle altre, supera anche i 270 milioni previsti da questa proposta di piano di concordato fallimentare pervenuta da un fondo qualificatosi con l’acronimo B&G.

Toccherà al giudice Valentina Vitulano del tribunale di Torre Annunziata decidere se la somma sia da considerarsi sufficiente per soddisfare gli interessi dei creditori o se procedere con l’asta, nella speranza di incassare la somma più elevata.

 

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT