“Notizie false contro di noi”. A denunciarlo è il gruppo Onorato Armatori in una nota nella quale con riferimento agli articoli apparsi oggi sulla stampa fornisce una serie di precisazioni. “La sanzione irrogata dall’Agcm è stata annullata dal Tar Lazio che ha invitato quest’ultima a ripetere il procedimento, segnato da numerose ed evidenti lacune, ed a rideterminare l’eventuale sanzione in misura di gran lunga inferiore a quella già comminata, ritenuta pertanto illegittima”, si legge nella nota.

“Tutte le sanzioni irrogate dal Mit per presunti inadempimenti di Cin al rapporto di Convenzione sono state impugnate innanzi al Tar Lazio che, nelle more del procedimento di merito, ne ha disposto la sospensione”, precisa Onorato. Inoltre, “il pagamento delle rate di prezzo differito dell’acquisto di ramo d’azienda di Tirrenia in A.S. è sospeso in virtù di una specifica clausola contrattuale, predisposta all’epoca dalla stessa Tirrenia in A.S., che ne dispone il differimento, con eventuale riduzione, fino al provvedimento definitivo da parte della Commissione Europea all’esito del procedimento in tema di aiuti di stato attualmente in corso”.

 

“I ricorsi presentati da Tirrenia in A.S. nei confronti di Cin, menzionati nei citati articoli, sono oggetto di giudizi in corso innanzi ai Tribunali di Milano e Roma ed il Gruppo Onorato ribadisce la propria totale fiducia nell’operato della magistratura in proposito”, si legge ancora nella nota. “Il Gruppo Grimaldi non è nuovo ad assumere iniziative, strumentali ed infondate, di aggressione nei confronti del Gruppo Onorato, del genere di quella descritta negli articoli odierni, finalizzate a creare un fumus negativo nei confronti del nostro Gruppo. Ci riserviamo -annuncia il gruppo Onorato – di perseguire legalmente Grimaldi Euromed per le false dichiarazioni rilasciate al mercato”.