martedì, Dicembre 7, 2021
HomeTrasportiEav, corse saltate: mattinate da incubo per studenti. Intervengono i privati

Eav, corse saltate: mattinate da incubo per studenti. Intervengono i privati

Il trasporto su gomma nel Vesuviano è un disastro: niente corse mattutine e attese infinite per gli autobus mattutini

Dopo un lungo periodo di smartworking, si ritorna in classe, fra i banchi di scuola e fra quelli dell’università. E subito, il contatto con la realtà è traumatico, e non solo perché adesso, di mattina presto, si prende il costume ed il materassino, ma perché si prendono gli zaini e magari gli ombrelli. Si ritorna alla normalità settembrina, dunque. E, purtroppo, appartenenti a questa normalità, c’è anche il traffico, i clacson, lo smog che si mischia alla brezza mattutina.

Si legge sulle colonne odierne di Metropolis, a firma di Andrea Ripa, che è ancora, purtroppo, tutto normale e tradizionale per le corse dell’Eav, il cui trasporto su gomma è disastroso, e le attese sono infinite per chi deve raggiungere la scuola o l’università. Le corse, saltate senza alcun preavviso, come se appunto fosse normale, lasciano gli studenti in vana speranza, e rappresentano non certo un caso isolato, ma la punta dell’iceberg di una organizzazione mal gestita.

Ed è qui, che interviene il trasporto privato: le aziende, offrono abbonamenti a prezzi abbordabili garantendo il servizio a chi è rimasto cagionato dall’Ente Autonomo Volturno. Di fronte a chi viene lasciato all’addiaccio alle sette di mattina, senza avere una risposta, e senza capire come raggiungere la meta destinata, l’Eav risponde con una intensificazione dei bus che vanno da Terzigno a Sarno, e viceversa, ma anche fra Poggiomarino e Striano, mentre chi va da Ottaviano all’università di Monte Sant’Angelo, con relative fermate nel vesuviano, i pendolari sono senza notizie, ed appiedati.

Leggi anche...

- Advertisement -