Una dose di cocaina (foto di repertorio)

Nel corso dell’operazione portata a termine dai carabinieri a Torre Annunziata

Controlli sono scattati in uno dei rioni maggiormente a rischio della provincia partenopea. I carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, insieme a quelli del Reggimento Campania, del Nucleo Cinofili di Sarno e col supporto dall’alto di un velivolo del Nucleo Elicotteri di Pontecagnano, hanno eseguito una operazione di controllo nel Rione Poverelli di Torre Annunziata (Napoli) ed effettuato numerose perquisizioni domiciliari. L’attività , disposta dal Comando provinciale di Napoli, è la prosecuzione dei servizi straordinari di controllo del territorio portati a termine nei giorni scorsi. Denunciata per detenzione di droga a fini di spaccio una 38enne. E’ stata trovata in possesso di alcune dosi di cocaina – per un peso complessivo di 2,2 grammi – e di un bilancino di precisione. L’intero stabile era protetto da un sistema abusivo di telecamere che sorvegliavano tutte le strade di accesso. Rimosso e sequestrato anche l’impianto. In una cavità creata ad arte nel muro perimetrale di uno dei palazzi popolari del rione, le unità cinofile hanno rinvenuto un involucro contenente 17,5 grammi di marijuana pronta per essere smerciata. Anche in questo caso, alla sostanza era abbinato un bilancino di precisione. Perquisiti 18 tra box ed appartamenti privati e individuate 2 persone in possesso di modiche quantità di marijuana: sono state entrambe segnalate alla Prefettura. Nel corso del servizio è stato rintracciato ed arrestato un 52enne in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore. Il 52enne dovrà scontare 4 anni, 5 mesi e 20 giorni di reclusione per sottrazione e distruzione di cose sottoposte a sequestro ed abusivismi edilizi.

Riproduzione Riservata