Gli indagati che fanno capo al gruppo Notturno si sono avvalsi della facoltà di non rispondere

Hanno scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere alle domande del gip, gli indagati finiti in carcere nei giorni scorsi per droga, nell’ambito dell’inchiesta anticamorra contro i clan di Scampia. Tra gli indagati, orbitanti nel gruppo Notturno, definiti dagli inquirenti anche i nuovi scissionisti, c’è Costantino Raia, ritenuto personaggio di primo piano all’interno dell’organizzazione. Per gli altri indagati che si trovano ai domiciliari, l’interrogatorio di garanzia è previsto nei prossimi giorni. La notizia è stata riportata dal quotidiano Il Roma.