E’ di una persona accoltellata e di un’altra arrestata, il bilancio dei fatti registrati a Salerno. E’ finito così un diverbio per questioni di droga. Nel pomeriggio di ieri, alla Sala operativa della Questura è arrivata la segnalazione di una aggressione con accoltellamento ai danni di S. S., 35 anni, agli arresti domiciliari per spaccio di sostanze stupefacenti.

All’interno della sua abitazione, nel quartiere Mariconda, gli agenti della Squadra Mobile, con la Scientifica, hanno effettuato i primi rilievi mentre il 35enne veniva portato dal 118 all’ospedale, in codice rosso, colpito da fendenti al torace e a varie parti del corpo. Ascoltati i testimoni e i parenti del 35enne, è stata ricostruita la dinamica dei fatti. L’aggressione era avvenuta sul pianerottolo dell’abitazione, e sicuramente la vittima aveva aperto la porta all’aggressore che l’ha accoltellata subito.

ad

S. A. G., 40 anni, salernitano e anche lui pregiudicato per reati inerenti le sostanze stupefacenti, è stato arrestato. Le perquisizioni, domiciliare e personale, hanno permesso di sequestrare indumenti intrisi di sangue e il coltello, della lunghezza di circa 14 centimetri, utilizzato dal’aggressore. L’uomo, interrogato, ha confessato, indicando come movente del gesto «ruggini» con la vittima, legate a questioni di droga. Deve rispondere ora di tentato omicidio. Le condizioni della vittima sono al momento stazionarie: è in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita.