L'arrivo di polizia e 118 in viale Augusto

Nonostante il tempestivo intervento dei soccorsi per l’uomo non c’è stato nulla da fare

di Luigi Nicolosi

ad

Tragedia a Fuorigrotta, dove oggi pomeriggio un uomo ha deciso di suicidarsi lanciandosi dal settimo piano di un edificio di viale Augusto, nel cuore del quartiere flegreo. Sul posto sono subito arrivati i soccorritori del 118 e i poliziotti del commissariato di zona, ma per il malcapitato non c’è stato purtroppo nulla da fare. Inutile, dunque, la corsa al vicino ospedale San Paolo.

L’allarme è scattato alle 14,30 di oggi. È a quell’ora infatti che i centralini del 118 e del 113 sono stati raggiunti dalle prime, allarmatissime richieste di intervento. Ancora in parte da ricostruire i motivi che hanno spinto il 36enne all’estremo gesto. Stando alle informazioni raccolte dalle forze dell’ordine, l’uomo soffriva da qualche tempo di problemi di non meglio precisata natura psicologica.

Al momento non è inoltre chiaro se quando il 36enne ha deciso di farla finita in casa era presente qualche familiare o conoscente. Ad ogni modo l’impatto al suolo, vista l’altezza del lancio, è stato a dir poco devastante. Nonostante il tempestivo intervento delle ambulanze delle postazioni Crispi e Bagnoli per il malcapitato non c’è stato purtroppo nulla da fare. Inutile qualsiasi tentativo di rianimarlo e strapparlo alla morte.