Partira’ da oggi lo smistamento degli elementi contenuti nel dossier sulla rete di preti gay verso le rispettive diocesi di appartenenza. Francesco Mangiacapra, l’escort autore del faldone di 1200 pagine consegnato la scorsa settimana alla curia di Napoli, oggi e’ stato ricevuto da padre Luigi Ortaglio, cancelliere arcivescovile.

Francesco Mangiacapra
Francesco Mangiacapra

“Ho firmato i verbali – ha affermato Mangiacapra al termine dell’incontro – da oggi parte lo smistamento ai vari vescovi che, ad ora, non hanno ancora ricevuto nulla, tant’e’ che le persone di cui parlo nel dossier svolgono ancora le loro mansioni. Sono comportamenti reiterati nel tempo, non legati a un singolo episodio magari accaduto anni fa”. Tra le diocesi piu’ coinvolte, secondo Mangiacapra, quella di Tursi-Lagonegro, in Basilicata.

ad