venerdì, Ottobre 7, 2022
HomeNotizie di SocietàTutto il mondo è paese: Dolce e Gabbana e i pregiudizi sull'omosessualità...

Tutto il mondo è paese: Dolce e Gabbana e i pregiudizi sull’omosessualità nella civile Milano

Dolce e Gabbana, il celebre duo della moda italiana, ha rilasciato una lunga intervista sulle colonne del Corriere della Sera. Si parla di lavoro, ma sopratutto dell’annoso tema dell’omofobia. Inizia Domenico Dolce, siciliano: “La cosa che mi ha fatto più male — che per un momento ha fatto vacillare la mia fiducia nel sogno di diventare stilista — è stata la volta che un’insegnante dell’Istituto Marangoni, dove studiavo, mi disse freddamente: per me devi tornare in Sicilia”. Una ferita che a suo dire è ancora aperta.

Dolce e Gabbana sui pregiudizi legati al lavoro e all’omosessualità

Poi è il turno di Stefano Gabbana. L’artista si espone sui pregiudizi legati all’omosessualità: “Le racconto una cosa buffa: i pregiudizi ci sono, anche a Milano, per tante cose, è la vita. Ma a noi è capitato anche di dover affrontare, un po’ a sorpresa, i pregiudizi verso chi lavora nella moda.

Così Dolce e Gabbana al Corriere della Sera

Pensi che a noi due — e il mio essere siciliano non c’entrava, il problema era il lavoro che facciamo — tanti anni fa è toccato di dover rassicurare i nuovi vicini di casa…”.

Articoli Correlati

- Advertisement -