Brambilla: «Pensiamo ad una casa comune per tutti i dissidenti del Movimento 5 Stelle»

Ad attendere Giuseppe Conte al mercatino della Canzanella, nel quartiere Fuorigrotta, c’erano anche i dissidenti del M5S, guidati da Matteo Brambilla, che hanno allestito un gazebo elettorale proprio all’ingresso del mercatino. La lista dei dissidenti , «Napoli in Movimento-No alleanze» ha come candidato sindaco Matteo Brambilla, ex capogruppo di M5S in consiglio comunale e rivendica la fedeltà alle idee originarie dei Cinque Stelle».

«Hanno cancellato l’idea della democrazia diretta – ha detto Brambilla – solo due anni fa, attivisti ed eletti in una assemblea all’ Hotel Ramada, bocciarono l’ ipotesi dell’ alleanza con De Luca, oggi il M5S è alleato con lui, con Mastella, e con Renzi» «Pensiamo ad una casa comune per tutti i dissidenti del Movimento 5 Stelle, che i moltiplicano in tutta Italia – ha aggiunto Brambilla – e che dovrebbe concretizzarsi dopo le elezioni amministrative».

ad

Tra i principali interlocutori dei dissidenti c’è ancora Alessandro Di Battista. «Deciderà probabilmente ad Ottobre – ha detto il candidato di «Napoli in Movimento-No alleanze – finora ha dovuto concludere impegni di lavoro, ma non rientrerà nel M5A» Non escluso anche un rapporto con Davide Casaleggio

Riproduzione Riservata