Sono 20 le persone coinvolte

Sono 20 i provvedimenti cautelari emessi dalla Procura di Roma nell’ambito dell’operazione della polizia postale denominata “Data room” che tra la Capitale e la Campania ha portato alla luce di una serie di accessi abusivi alle banche dati dei gestori di telefonia che detengono le informazioni tecniche e personali dei clienti e il trattamento illecito dei dati stessi.

Nel dettaglio, sono 13 le persone finite ai domiciliari e sette quelle per cui e’ stato disposto l’obbligo di dimora nel comune di residenza ed il divieto di esercitare imprese o ricoprire incarichi direttivi in imprese e persone giuridiche. Gli indagati sono responsabili, a vario titolo ed in concorso tra loro, della violazione aggravata dei reati di accesso abusivo a sistema informatico, detenzione abusiva e diffusione di codici di accesso, comunicazioni e diffusione illecita di dati personali oggetto di trattamento su larga scala.

ad
Riproduzione Riservata