di Angela Ariano

I più grandi amici dei buongustai, fedeli alleati di diabete e colesterolo, nemici irriducibili della linea e di ogni tipo di dieta, croce e delizia di chi stenta a rinunciare ai piaceri della gola. Sono i dolci. Riservati originariamente ai soli momenti di festa, ghiottonerie esclusive per le occasioni di gioia, nell’immaginario popolare, oltre che nella realtà dei fatti, i dolci spesso sono diventati l’emblema di un’area geografica, di una provincia o addirittura di un comune, identificandone tradizioni, usi e storia.

ad

La pasticceria partenopea è considerata una vera e propria arte, una vocazione, un’ispirazione sensoriale, il connubio tra origini e tradizione della città; ma come scegliere la pasticceria migliore, non ve n’è una regina, ognuno ha la sua preferita a seconda del gusto o del dolce scelto. Stylo24 ha stilato un elenco delle dieci pasticcerie più famose e storiche della città:

1 Pasticceria Scaturchio, piazza San Domenico Maggiore 19 – via Luca Giordano 79 – via Orazio 143/c. Il suo punto di forza è il ministeriale, un medaglione al cioccolato fondente inventato all’inizio del secolo scorso e la cui ricetta è ancora segreta: unica certezza è il suo ripieno di crema di ricotta con frutta e nocciola, insaporito dal liquore che da sempre ha attirato turisti e napoletani.
2 Pasticceria Bellavia, via G.Leopardi 158 – via O.Fragnito 82 – p.zza F.Muzii 27/28 – viale F. Ruffo di Calabria. Trasferitasi nel 1925 da Palermo, tra i suoi dolci più buoni non vi sono soltanto le cassate e i cannoli siciliani, ma nei decenni l’offerta si è ampliata. La “panna al caffè”, un pan di spagna bagnato nel caffè, il Mont Blanc (meringa, panna e marron glacè), la Torta Rosch (granella di nocciole di Piemonte e cioccolato) e la Mery Mou (meringa, mou e croccantine).
3 Pasticceria Poppella, via Arena Alla Sanità 24 – via Santa Brigida 69/70. Dal 1920 esiste nel quartiere Sanità, ma è dal 2015 che è diventata famosissima grazie alla sua nuova creazione: il fiocco di neve. Ricetta, anch’essa segretissima: panna e ricotta sono gli ingredienti ma è quel tocco misterioso a renderlo irresistibile.
4 Pasticceria Colmayer, via Pietro Giannone 14/16/17 – angolo S.Attanasio 19
5 L di Leopoldo Infante, via Luca Giordano 45 – via Scarlatti 168 – via Vittoria Colonna 46/47 – via Toledo 8 – via Benedetto Croce 30/31
6 Antica Pasticceria Carraturo, via Casanova 97
7 Pasticceria Santoro, via Simone Martini 113
8 Pasticceria De Michele, vico Acitillo 110/112
9 Pasticceria Volpe, viale Colli Aminei 225
10 Pasticceria Bar Al Capriccio, via Carbonara 39

I dolci della pasticceria napoletana sono tra i più famosi al mondo e qualunque turista arrivi a Napoli non può rinunciare ad assaggiare un babà o una sfogliatella nelle oasi di dolcezza per eccellenza, lì, dove scegliere qualcosa di gustoso è garanzia di piacere e di buonumore.

Riproduzione Riservata