Stese di camorra, sempre più episodi in città
Non si fermano le stese di camorra a Napoli (foto di repertorio)

Si batte la pista dell’avvertimento maturato negli ambienti dello spaccio di sostanze stupefacenti

È stato interrogato dagli investigatori, il 17enne di Boscoreale, che nella notte a cavallo tra venerdì e sabato scorsi, è stato ferito da un colpo di arma da fuoco che lo ha raggiunto alla gamba destra. Il giovane ha tenuto praticamente la bocca chiusa, non fornendo elementi utili a forze dell’ordine e inquirenti, per risalire a chi ha sparato, e cercare di fare piena luce su quanto accaduto al Rione Penniniello di Torre Annunziata, zona considerata, riguardo alle attività illecite, sotto il controllo del clan Gallo. Gli investigatori battono la pista dell’avvertimento a colpi di arma da fuoco, maturato in ambienti dello spaccio di sostanze stupefacenti, e ipotizzano che la vittima starebbe coprendo il suo aggressore.

Secondo quanto è stato possibile ricostruire – sull’episodio indagano i militari dell’Arma -, il colpo sarebbe partito da un balcone del Penniniello, mentre il giovane stava attraversando il rione in sella al suo scooter. Il ragazzo ha detto di non aver visto da che direzione provenisse lo sparo, subito dopo essere stato ferito – ha raccontato – è scappato via impaurito. Prima si è rifugiato al Piano Napoli, poi si recato presso l’ospedale San Leonardo di Castellammare, per farsi medicare. La notizia relativa all’interrogatorio del 17enne è stata riportata dal quotidiano Metropolis.

ad
Riproduzione Riservata