pistola

Tra ottobre e novembre scorso hanno commesso almeno 17 ‘colpi’ ai danni di 32 vittime, soprattutto minorenni. E tra loro in quattro hanno meno di 18 anni. Scoperta da una indagine dei carabinieri una banda che nell’area Est del Napoletano ha compiuto rapine con una pistola rivelatasi poi scenica.

Due componenti della banda erano stati gia’ arrestati a novembre

I sette indagati destinatari di una misura cautelare, emesse dal gip del tribunale di Nola e del tribunale dei Minori, agivano per lo piu’ tra Casalnuovo, Pomigliano d’Arco, Brusciano, Casoria e Volla, scegliendo i loro ‘bersagli’ tra quanti frequentavano le stazioni della Circumvesuviana, collegamento su ferro tra l’hinterland e Napoli, oppure piazze e ville comunali. La banda arrivava a volto coperto, minacciava le vittime con la pistola e poi fuggiva a bordo di motocicli. Alle indagini hanno contribuito anche filmati tratti da sistemi di videosorveglianza. Lo scorso 25 novembre gia’ due componenti del gruppo erano stati arrestati in flagranza di reato dai militari dell’Arma a Casalnuovo.

ad
Riproduzione Riservata