La 43enne è stata condannata per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti aggravata dal metodo mafioso.

I carabinieri di Mondragone, in provincia di Caserta, hanno eseguito un ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dall’Ufficio esecuzioni penali della Corte di Appello di Napoli, nei confronti di Annunziata Gagliardi, 43 anni, figlia del boss detenuto Angelo, alias “Mangianastri”, ritenuto esponente di spicco del clan Fragnoli-Gagliardi-La Torre, attivo sul litorale casertano.

La donna, già sottoposta alla misura cautelare degli arresti domiciliari, deve scontare una condanna di 11 anni e 6 mesi di reclusione per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti aggravata dal metodo mafioso. Adesso si trova nella casa circondariale di Pozzuoli.

ad
Riproduzione Riservata