Questa mattina, ha fatto tappa presso lo stabilimento Atitech di Capodichino, una delegazione rumena composta da Stefan Radu Oprea, ministro del Commercio e imprenditoria, Dan Manoliu, senatore del Partito Socialdemocratico, Rares Cristea e Stefan Ceachir di Ascentia, società rumena di assistenza alle imprese. Ad accoglierli il presidente di Atitech, Gianni Lettieri.

ad

L’obiettivo della visita
della delegazione rumena

Gianni Lettieri
Il presidente Atitech Gianni Lettieri

Obiettivo della visita: studiare da vicino aziende leader campane, valutare la possibilità di partnership commerciali per attrarre investimenti nel Paese dell’Est Europa e avviare lo sviluppo di nuovi poli industriali nel settore della manutenzione aeronautica e del trasporto aereo sugli hub che il governo rumeno intende implementare.

«Ma c’è un altro obiettivo che sta molto a cuore al ministro rumeno – riferisce Lettieri -: fermare la fuga dei cervelli, formando e trattenendo in patria tecnici e ingegneri specializzati per evitare che vadano all’estero, soprattutto in Francia, come accade oggi. Risultato che si potrebbe raggiungere portando soggetti industriali e competenze in Romania per consentire il trasferimento di tecnologie e know how, garantendo contestualmente anche la possibilità di nuovi business per le aziende italiane».