Dieulemar
Una delle navi della compagnia Deiulemar

“La proposta di conciliazione fatta dal collegio giudicante ex art. 185 bis cpc prevede che a fronte dell’ammissione di Deiulemar Shipping nello stato passivo di SDF per un totale di 1 milione di euro, questa rinunzi a tutte le opposizioni proposte nei confronti del Fallimento sdf”. Lo afferma via social l’avvocato Augusta Palomba, membro del comitato dei Creditori SDF, facendo riferimento all’udienza, tenutasi ieri mattina, relativa all’ammissione al passivo proposta dalla Deiulemar Shipping.

“La ammissione – prosegue – avverrà su quelle masse attive dei falliti su cui gli obbligazionisti vantano il privilegio. In tale ottica Shipping potrà ricevere soldi nella improbabile se non impossibile ma tuttavia sperata ipotesi in cui gli obbligazionisti venissero rimborsati per intero (il credito totale è infatti poco meno di un miliardo di euro)”.

 

“Tale soluzione neutralizza definitivamente il rischio delle opposizioni e della richiesta di Shipping di essere insinuata al passivo di SDF per oltre 400mln e vede tutelato per intero l’interesse degli obbligazionisti. Diversamente – conclude – si sarebbero ingenerati meccanismi che avrebbero generato contenziosi infiniti sul fallimento con riflessi notevoli sulla tempistica dei riparti”.