Il procuratore nazionale antimafia valuta però anche i contro di tale provvedimento

«Il discorso sulla liberalizzazione delle droghe leggere è molto complesso e coinvolge molti aspetti. Certamente si toglierebbe alla criminalità organizzata una fetta di mercato. Ma poi bisognerebbe valutare se ciò sarebbe sufficiente a ritenere utile la liberalizzazione o se altre potrebbero essere le conseguenze come la moltiplicazione di consumo, il coinvolgimento dei più giovani. Sono questioni che vanno affrontate guardando tutti gli aspetti».

Lo ha detto il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho, in audizione davanti alla Commissione Giustizia della Camera.

ad

«Al momento non sarebbe facile adottare una determinazione su questo tema», ha aggiunto il procuratore

Riproduzione Riservata