Il sindaco ha invocato l’intervento del Governo per sopperire all’assenza di dialogo con la Regione

“Come dice il Presidente della Repubblica la pandemia si vince solo se uniti. Non esiste una persona sola al comando e non esiste interpretare poteri assoluti come se si fosse un tiranno”. Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, intervenuto a Rds, citando le parole di Mattarella: “Uniti si vince non solo la pandemia sanitaria, ma anche questa devastante pandemia sociale, economica e del lavoro, e io aggiungo anche un rischio di contagio criminale. La Repubblica dev’essere unita in tutte le sue articolazioni e i sindaci sono fondamentali, perché il sindaco è il termometro della situazione: sta per strada, tra la gente, conosce la situazione e io da sempre ho sottolineato tutti questi aspetti. Noi siamo pronti a fare la nostra parte, però insieme”.

“La coesione istituzionale in città è fortissima, quello che manca è il comportamento della Regione Campania continuamente improntato all’assenza di qualsiasi forma di dialogo. Solo il presidente del Consiglio e il Governo possono mettere fine a questa condotta assolutamente dannosa, pericolosa e inaccettabile”, ha ribadito il sindaco, avanzando ancora la sua richiesta “al Governo di convocare un tavolo tra Governo, Regione e città di Napoli”.

ad

De Magistris ha sottolineato come “la coesione istituzionale a Napoli sia fortissima, basta vedere l’immagine di ieri in Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica tra forze di polizia, magistratura, Comune e prefetto. E’ così anche con la città: Napoli è una città molto unita, lo è stata in questi anni e lo è molto anche adesso. Ciò che manca, perché il dialogo si fa tra due persone, è il comportamento della Regione”.

Riproduzione Riservata