Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris

“Non c’e’ mai stata un’emergenza. Ma in Italia, e non solo a Napoli, c’e’ una situazione complessiva di impiantistica non ancora adeguata”. E’ l’avvertimento lanciato dal sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, che affronta il tema di alcuni cumuli di rifiuti ancora depositati in strada. In citta’ “c’e’ una grande squadra al lavoro – spiega il sindaco dichiarandosi ottimista rispetto al futuro –. Assistiamo a una buona cooperazione istituzionale tra i vari enti coinvolti ma soprattutto la cosa di cui piu’ sono contento sono le prospettive che mi lasciano molto tranquillo”.

ad

Il lavoro che il Comune di Napoli sta facendo “sull’impiantistica alternativa gli ecodistretti di multimateriale e compostaggio e’ positivo” cosi’ come quello messo in campo “dalla Citta’ metropolitana di Napoli – assicura de Magistris – soprattutto per rafforzare metodi, lunghi e strutture per trattare complessivamente i rifiuti. Da qui ai prossimi tre anni mi sento di dire che ci saranno dei miglioramenti enormi che faranno di Napoli una citta’ all’avanguardia sul piano dell’igiene urbana, mantenendo le aziende tutta pubbliche”.

Una promessa, insomma, che fa il paio con quella espressa un anno fa quando annunciò che entro il 2019 Napoli sarebbe diventata la capitale mondiale dei trasporti. Poi si sa com’è andata a finire.

Riproduzione Riservata