di Giancarlo Tommasone

Il cantiere di Via Marina avrebbe dovuto essere ‘chiuso’ (con la consegna delle opere) già da un bel po’. Almeno stando alle parole del sindaco di Napoli Luigi de Magistris. In effetti il cantiere è stato chiuso, ma a lavori ancora in corso e lontani dall’essere completati. Il licenziamento di tutti gli operai ha decretato lo stop di un progetto che fino ad ora, a parte i costi sostenuti dalla collettività, ha messo a dura prova la resistenza di quanti quotidianamente attraversano il nastro d’asfalto che collega la città alla periferia est.
Da due giorni è il deserto come riporta Il Mattino. Parliamo sempre del cantiere, naturalmente: nessun operaio, nessun macchinario, niente di niente a parte il traffico.

ad
Via Marina durante le opere di restyling 

Quello, in Via Marina, nessuno riuscirà mai a farlo sparire. La schiarita che doveva arrivare dai tavoli di concertazione dopo il licenziamento dei lavoratori, non si è avuta. Come pure si è dissolto qualsiasi cronoprogramma. Eppure la fascia tricolore partenopea è da più di un anno che rilascia dichiarazioni sul completamento delle opere. A gennaio del 2017, durante una diretta Facebook a la Repubblica, de Magistris annuncia che i fondi regionali sono in ritardo e che comunque il cantiere verrà chiuso «entro marzo». Sarebbe andata benissimo così, del resto da contratto stipulato con l’azienda, il cantiere doveva essere consegnato il 17 gennaio del 2017.

Licenziati gli operai, chiuso il cantiere di Via Marina

Quindi, a conti fatti, due mesi di ritardo sono più che accettabili. Qualche mese dopo, sempre nel corso di due interviste a la Repubblica (rilasciate a distanza di una settimana l’una dall’altra), datate 17 e 24 maggio 2017, così si esprime riguardo alla consegna delle opere. Riportiamo integralmente gli stralci degli articoli.
“Cantieri infiniti. Lei disse che i lavori su via Marina sarebbero finiti a marzo. Siamo a maggio inoltrato. «Non darò più date. Abbiamo fatto una riunione poco fa. Ci dicono che per luglio finalmente dovremmo esserci» (la Repubblica Napoli, 17 maggio 2017); Via Marina: il cantiere infinito. «Mi dicono che a luglio ci siamo, mi accontento pure di agosto, per evitare caos a settembre» (la Repubblica Napoli, 24 maggio 2017)”.
In fondo la «profezia» del sindaco si è avverata. Anche se dopo un anno. Ma non bisogna badare al capello, badiamo alla sostanza. E’ marzo, il cantiere in Via Marina è chiuso, terminato. Questo quello che conta. Non fa niente che i lavori siano lontani dall’essere stati portati a compimento.

Riproduzione Riservata